Indice articoli

Gli uomini violenti sono attori nati

La donna spera sempre che il compagno torni ad essere l’uomo innamorato e premuroso che ha conosciuto, non sa che si è avvicinato a lei attraverso una maschera sotto la quale  nascondeva la brutalità che sperimenta tutti i giorni sulla sua pelle. Sono uomini che seducono con atteggiamento premuroso e galante che  serve loro per avere amore e accettazione, dopo manifestano i segni di un carattere violento e aggressivo. Quasi sempre la vittima davanti al primo episodio rimane sbigottita perché fa i conti con una persona molto diversa da quella conosciuta e dalla quale non si sarebbe mai aspettato una simile reazione; ma lui è troppo bravo a scusarsi adducendo  scuse plausibili e riuscendo ad avere il suo perdono. Quell’episodio non è altro che il primo di una lunga serie e ancora una volta arrivano le dovute scuse con la promessa che non accadrà più.

Il rifiuto di accettare la realtà cosi com’è, fa scattare l’illusione di poterlo cambiare "il mio amore lo cambierà" ma rimane un illusione, perché nonostante le promesse e le lacrime di coccodrillo ricadrà sempre nei comportamenti che promette di evitare.
Le violenze soprattutto quelle psicologiche annientano la donna, azzerano la sua autostima, la sua dignità e tutte le accuse che le vengono lanciate contro fanno si che cominci a pensare di  essere colpevole, di aver provocato la sua reazione, credere che tanta crudeltà sia meritata, che è lei causa del suo comportamento violento: si sente colpevole e fa di tutto per evitare ogni possibile motivo di reazione. L'uomo violento condiziona la sua vittima fino ad annientarla, e la donna pensa di stare dalla parte del torto. Quasi sempre sono banalità a far scattare l’uomo violento e la sua ira dipende da un disturbo psichico.

 

Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie.