Indice articoli

Famiglia violenta

Un uomo o una donna vissuti in una famiglia violenta vittime di un ambiente "malato" saranno anche essi dei violenti. Quando un uomo violento diventa padre, quasi sempre diventa padre-padrone e anche i figli faranno inevitabilmente i conti con una realtà "malata" fatta di violenze e soprusi e non c’è cosa peggiore per un bambino assistere impotenti a tanta violenza. L’uomo violento non ha considerazione per nessuno, è dispotico e arrogante cosi lontano dal mondo dei sentimenti "buoni" che da sfogo alla sua ira appena sente un minimo di frustrazione. Il bambino è confuso, non comprende ciò che accade, vive costantemente con la sensazione di un dramma imminente perché impara che nella sua famiglia basta un nonnulla per vivere una tragedia. Sono bambini che hanno la morte nel cuore, vorrebbero amore e dedizione, ma ricevono botte e umiliazioni, diventano grandi prima del tempo, non possono vivere la loro età che è fatta di giochi e amore, imparano a non chiedere e reprimono i loro sentimenti in un mondo fatto di dolore e solitudine, sanno che nessuno li ascolterà. Sono bambini a cui è stata negata una realtà serena fatta di sogni e spensieratezza. Si sentono perennemente in colpa perché pensano che quanto accade è colpa loro: vivono una realtà drammatica.

I sintomi del disagio genera in loro disturbi psico-fisici

  • Incubi notturni
  • Pipi a letto
  • Tristezza
  • Scarso rendimento scolastico
  • Difficoltà di concentrazione
  • Disturbi di alimentazione
  • Bassa autostima
  • Sensi d’inferiorità

I bambini non amati non si amano, non si accettano in quanto rifiutati, non hanno fiducia nel prossimo, non potrebbero, sono stati traditi da chi avrebbe dovuto amarli e coccolarli. Il volto di questi bambini si distingue: è una maschera di paura, terrore, difficilmente sorridono, per farlo dovrebbero gioire ma è una condizione che non conoscono, vivono nell’angoscia. Cresciuti in un clima di odio e violenza difficilmente diventano soggetti equilibrati, i sentimenti introiettati purtroppo giacciono nel loro profondo, disturbando pensieri e comportamento, la violenza genera violenza, e chi non ha conosciuto amore di rimando non può darlo e cosi siamo costretti ad assistere impotenti  ad una catena di violenza che intreccia diverse generazioni. Inconsciamente per giustificare la violenza subita dai propri genitori si fa violenza a vittime innocenti (uomo, donna, figli).

 

Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie.