Coppia e famiglia

Cuore spezzato

La crisi della coppia è la manifestazione ultima di dissapori e incomprensioni maturati nel tempo ai quali non si è data la giusta importanza e non si è voluto “vedere” che qualcosa nella coppia non funzionava. Si sono accumulati incomprensioni e fraintendimenti che generano delusioni e sofferenza emozionale. Pertanto per crisi della coppia ci riferiamo ad una situazione ai limiti di “rottura” che può finire in una separazione, oppure diventare l'opportunità di crescita, cambiamento e rinnovamento. Se il motivo della crisi dipende dalla fine dell’amore di uno o di entrambi, la separazione è inevitabile, se sono altri i motivi occorre capirli, darsi dei chiarimenti, comprendere le esigenze di entrambi, ciò che si vuole per noi e per l’altro.

 incesto

Con il termine incesto (dal latino incestum, "non casto", "impuro") si intende un rapporto sessuale fra due persone tra le quali esiste un vincolo di parentela. L'incesto è il tabù più comune presso tutti i popoli e respinto da tutte le grandi religioni.

L'incesto è un trauma, una violenza psicologica che condiziona il comportamento diventando patologico in chi lo subisce. Le vittime dell'incesto sono in numero quasi uguali tra maschi e femmine; gli aggressori sono in maggioranza uomini, però il numero delle donne che abusano dei figli è in costante aumento e vi sono casi di madre coinvolte nell'abuso quanto il padre.

Nel passato era cosa comune incolpare le vittime dell'incesto, di solito bambine, e non i loro seduttori (violentatori), infatti si riteneva che le conseguenze dell'incesto fossero dovute al comportamento seduttivo della vittima. Questo è fuorviante perché una bambina non può comprendere la sessualità adulta e quindi non può essere seduttiva. Certi gesti, atteggiamenti, espressioni che assume sono interpretati come richiami sessuali solo da un adulto "malato". Il bambino vuole amore, affetto, calore e contatto. Gesti e atteggiamenti che assume vengono interpretati dall'adulto malato come seduttivi, invece sono comportamenti che assume per ottenere affetto e attenzione, poiché è l'unico modo che ha conosciuto per riceverle. Non si rende conto che invece riceve qualcosa di diverso, violenza sessuale. Questa è la loro realtà di vita!

La violenza sui bambstrage innocentiini è ancora molto diffusa e la maggior parte di essa viene vissuta all'interno della famiglia. Secondo lo studio  delle Nazioni Unite sulla violenza nei confronti dei minori, sono milioni i bambini nel mondo vittime di violenza: bimbi pestati a sangue, abusi sessuali, sfruttati nell'accattonaggio, costretti a prostituirsi, lavoro coatto, tortura, mutilazioni sessuali, matrimoni precoci, punizioni fisiche, stupro. La violenza che il bambino subisce sia di tipo fisico, sessuale, psicologica, ha conseguenze terribili e devastanti che lo predispongono ad un futuro di violenza e vivere problemi psicologici.

Il bambino non ha un’esperienza di come funziona il mondo, è un individuo dipendente dall’adulto e nel quale ripone piena fiducia. Per il bambino fiducia significa che tutto non cambia nel tempo, ieri è come oggi e sarà cosi anche domani. Questo è il suo modo di concepire il mondo: quando ha ricevuto attenzione ed amore in relazione ad un suo comportamento, indotto dall’adulto o spontaneo, lo ripeterà pensando che questo e l’unico modo per continuare a riceverle.

Quindi il bambino impara ad usare quei pensieri, quelle emozioni, quei comportamenti che servono per ricevere amore. Ma è un amore condizionato perché segue delle regole, delle imposizioni, dei comportamenti usati per essere accettati ed amati. Questo può essergli fatale perché potrà assumere comportamenti sbagliati indotti dall’adulto “malato”, e subire violenza.

In un ambiente ostile e di violenza il bambino non riceve amore, ma chiede amore e per ottenerlo impara a reprimere e negare se stesso, (il proprio “io”) e perde la libertà di sperimentare, in modo naturale, le varie fasi della vita che portano verso la persona adulta.

letto

Per problemi sessuali si indicano tutte quelle cause che impediscono di svolgere un rapporto sessuale soddisfacente.

Le tre fasi in cui si presenta il disturbo sono:

  • fase del desiderio;
  • fase di eccitazione (impotenza, vaginismo, dispareunia);
  • fase dell’orgasmo (eiaculazione precoce, anorgasmia).

"Il desiderio sessuale è una pulsione, "un appetito", prodotto dall'attivazione di uno specifico aggregato di neuroni situati nel cervello; le fasi dell'eccitazione e dell'orgasmo sono invece collegate alla fisiologia degli organi sessuali. Sia negli uomini che nelle donne, la fase dell'eccitazione è causata dal riflesso di vasodilatazione dei vasi sanguigni che percorrono i genitali. L'orgasmo, invece, consiste essenzialmente nei riflessi di contrazione di alcuni muscoli genitali... Helen Singer Kaplan"

 

coppia al letto

 

Nella coppia la parola tradimento racchiude in se due significati:

Adulterio che definisce una relazione sessuale con un’altra persona. 
Infedeltà che significa mancanza di fedeltà o slealtà. E’ la rottura di una promessa.

Una coppia che vive una storia d’amore, sia nel fidanzamento che con il sacramento del matrimonio, in modo tacito si promette fedeltà. Con la fedeltà comunico al mio amore che egli vale di più di qualsiasi altra persona e di non tradirlo mai. Ma “capita” il tradimento e per chi lo subisce provoca un effetto devastante: ha perso l’esclusività del rapporto sessuale, quel corpo e quell’anima non sono più suoi, si sente deluso, geloso e abbandonato. Pensavi che ciò non potesse mai accaderti, ti sentivi insostituibile, ma un altro ha preso il tuo posto. Ci si sente rifiutati, non amati, impotenti, si vivono sensi di colpa, si pensa a ciò che eventualmente si è sbagliato. Pensieri che diventano ossessivi, dominano la tua mente, ti distruggono e non ti fanno vivere ne dormire.

 

Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie.