Finche'l'uomo resta ancorato alla concezione che la vita e' tutto ciò che sperimenta attraverso i cinque sensi, possiamo ben dire che e' molto lontano dalla verità. Purtroppo in un'era dove la tecnologia e' diventata il bene supremo non c'e'piu' spazio per l'aspetto spirituale.

Pensiamo che "avere" sia l'aspirazione massima, quella da ambire a tutti i costi, e allora si cerca di accumulare sempre più, convinti che essere ricchi corrisponda ad essere felici. Premettendo che la felicita' non e' uno stato perenne ma di breve durata legato alla realizzazione di eventi tanto desiderati, una laurea,l'amore,la nascita di un figlio-la serenità e' la condizione alla quale tutti dobbiamo aspirare.

 

E'lo stato interiore che ci permette di vivere nel presente e godere appieno ogni attimo della nostra esistenza; per raggiungere tale stato bisogna zittire la mente, cumula di concetti e condizionamenti indottrinatoci da chi si e' preso cura di noi, è nel vuoto che troviamo la pienezza del nostro essere, e nella pienezza le risposte alle domande che da sempre l'uomo si pone: chi sono? Da dove vengo? Dove vado? Il problema e' che le si cercano nel posto sbagliato, fuori di noi, o attraverso i ragionamenti: ma come puo' la mente venirci in aiuto? Il pensiero puo'solo suggerirci cio'che gia' conosciamo, ma cio' è frutto del pensiero altrui.

 

La conoscenza si nasconde nel profondo della nostra anima; la nostra essenza e' intrinseca di verità, racchiude in se il vero"senso della vita". Nell'incontro magico con il nostro essere, nasce la consapevolezza frutto della nostra unicità, ci percepiamo non piu' come singoli individui ma parte di un energia molto più estesa, sperimentiamo l'unione con l'assoluto.

 

Quando si esce dalla visione e concezione materialistica della vita, si entra in un'altra dimensione,si percepisce il colore ed il sapore della vita; ci si scopre esseri spirituali , perche' la nostra vera natura è divina, permeati di un amore incontenibile  che invade ogni cellula del nostro essere, sentiamo il bisogno di estenderlo al prossimo che e'il riflesso di noi,lontani  dall'egoismo e e dal torpore affettivo l'altro non viene più dopo di noi- l'altro sono io-  irradiamo luce e amore, ci sentiamo un tutt 'uno con l'universo .

 

Quando raggiungiamo la piena coscienza del nostro essere saggiamo la consapevolezza dell'eternita', sentiamo di essere sempre esistiti e allora anche il concetto della morte perde il suo valore, la morte non esiste, la morte e' un'illusione- frutto della pura fantasia dell'uomo-purtroppo nel bene e nel male siamo stati influenzati dalla cultura occidentale,cresciuti con la concezione che con la morte fisica tutto avesse fine, la sola idea e' per noi fonte di angoscia o addirittura un tabu'- qualcosa di cui stare alla larga.

 

Beati i popoli orientali che sempre hanno creduto alla sopravvivenza dell'anima , che con la morte fisica la vita continua in un'altra dimensione, quella spirituale che non e' tanto distante da noi e molte volte ci sfiora- purtroppo molto spesso l'individuo non evoluto ha bisogno di" vedere "per credere, ma io sono convinta del contrario: e' nel momento in cui credo che avviene il miracolo, incontro il divino ed e'allora che scopro la mia immortalità; la persona non credente riceve comunque dei messaggi ma la differenza e' che o li ignora o cerca di trovare delle razionalizzazioni, per lui tutto e' frutto di idee deliranti. Molta gente si dichiara scettica davanti ai concetti ultraterreni,ma fermamente credo che lo scetticismo sia frutto dell'ignoranza che si puo' combattere con la conoscenza.

 

La morte e' un argomento che riguarda tutti e tutti dovremmo approfondirlo. Bisogna uscire dal buio per entrare nella luce della coscienza universale,della consapevolezza. E' ricco colui che incontra la propria essenza ,la propria unicita'. Scoprirla significa incontrare DIO dentro di noi, vivere in funzione dell'amore, amare il prossimo allo stesso modo in cui ci si ama.

 

Non esiste confine tra noi e la dimensione Divina, l'estasi che sperimentiamo quando viviamo nella consapevolezza e' solo un assaggio della beatitudine in cui vivono i nostri cari. Loro cercano di comunicarcelo in tanti modi, vogliono ascolto, ma molto spesso restano isolati . Non accettando la morte non riusciamo ad ascoltarli; e come potremmo!? I messaggi che ci inviano ci confermano la loro scomparsa e finche' vediamo la morte come la fine di tutto,non riusciamo a creare con loro quel rapporto spirituale che e' molto piu' forte e profondo di quello fisico .

 

La persona cara sta con noi solo quando gli e' possibile, la sua anima sta con noi sempre. I nostri cari non ci abbandonano mai, ci seguono dall'altra dimensione, e vorrebbero trasmetterci tante cose se solo noi glielo permettessimo. Vogliono dirci che non si sono mai sentiti vivi come adesso, che nella luce in cui si trovano esiste solo amore, non esistono sentimenti di odio di vendetta ed egoismo-frutto della natura terrena-.

 

Cosa piu' importante, poiche' tutti quelli che restano sono tormentati da rimorsi e sensi di colpa: avrei dovuto agire o non agire cosi, avrei dovuto esternare i miei sentimenti, avrei dovuto essere meno duro, loro vorrebbero dire: non angosciatevi, non avete niente da farvi perdonare, perche' quando si entra nella verita' si scopre che tutto cio' che e' avvenuto nel mondo terreno non ha valore nell'aldilà soffrono tanto quando ci vedono soffrire per loro, perché e' vero il contrario,loro sono dispiaciuti per noi, per tutte le prove che dobbiamo affrontare , ma sanno anche che ogni prova ha una funzione, quella di elevarci, innalzare la nostra anima.

 

Dietro ad ogni avvenimento anche quello piu' tragico,si nasconde una lezione,che va appresa e compresa; quasi sempre il loro messaggio e' rivolto a chi rimane nella disperazione piu'cupa, perche' una cosa e' certa chi non crede nell'immortalita' dell'anima non accetta la morte: di conseguenza il suo dolore e' il dolore del proprio caro che non riuscira' mai a raggiungere la piena serenità che e' legata a chi resta quaggiu'.

 

 

Quanto segue e' la lettera dettatami in trance(sono medium)da un ventenne ,un'anima che lotta per raggiungere la sua vera dimensione -divina. Quella dimensione che in fondo appartiene a tutti noi e alla quale siamo destinati.

 

Lettera di S. G.

NELL'OMBRA DEL SILENZIO CI SONO TANTE COSE OSCURE, MISTERI AI QUALI L'UOMO SOTTRAE LA PROPRIA ATTENZIONE .VOI ESSERI TERRENI SIETE TROPPO PRESI A GUARDARE COSE COSI' SUPERFICIALI, CHE NON VI RENDETE CONTO DELL'ESSENZA REALE DI OGNI PARTICELLA CHE COMPONE UN OGGETTO. OCCORRE GUARDARE AL DI LA' DI OGNI COSA PER SCOPRIRE IL VERO SIGNIFICATO E NON FERMARSI A COME APPARE. AVETE TUTTI PIANTO LA MIA SCOMPARSA DAL MONDO TERRENO E CONTINUATE A FARLO, SENZA RENDERVI CONTO DI QUANTO SIETE INGENUAMENTE EGOISTI.IO SONO NEL POSTO PIU' INCANTEVOLE CHE NEMMENO IL PIU' GRANDE SOGNATORE DELLA TERRA E' IN GRADO DI CONCEPIRE CON IL SUO INTELLETTO. QUI NON ESISTONO NOMI PERCHE' TUTTI CI IDENTIFICHIAMO COME FRATELLO E SORELLA .NON ESISTONO VIZI NE TANTOMENO DISCRIMINAZIONI, ESISTE SOLO L'AMORE CHE TIENE ARMONICAMENTE UNITE TUTTE LE ANIME DI OGNUNO DI NOI. IO PERO' NON RIESCO ANCORA A RAGGIUNGERE IL LIVELLO PIU' SUBLIME E ALTO DI SERENITA' PERCHE' LE VOSTRE LACRIME BLOCCANO LE MIE ALIE IL VOSTRO DOLORE INTERIORE LO AVVERTO INTENSAMENTE E CIO' NON MI PERMETTE DI STACCARMI DEFINITIVAMENTE DALLA REALTA' TERRENA. MAMMA OGNI VOLTA CHE UN BATTITO DI ALI SARA' PIU' FORTE, OGNI VOLTA CHE SENTIRAI SFIORARTI DOLCEMENTE IL VISO SARO' IO CHE COME UN ANGELO TRA GLI ANGELI SARO' IL GUARDIANO DELLA TUA ANIMA E IL PROTETTORE DEL TUO CUORE INFRANTO. TI GUARDO CAMMINARE CON LO SGUARDO PERSO TRA GLI ABISSI E SENZA SORRISO DA TALMENTE TANTO TEMPO CHE VORREI POTER TORNARE SULLA TERRA PER POCHE ORE PER RAPIRTI E PORTARTI CON ME E MOSTRARTI L'INCANTEVOLE MONDO IN CUI MI TROVO. MAMMINA CREDIMI MORIRE E' LA COSA PIU' BELLA CHE POSSA CAPITARE AD UN UOMO E FINCHE' RESTERAI A PIANGERE E SOFFRIRE NON POTRAI MAI SPERIMENTARE UN MILLESIMO DELLA BEATITUDINE CHE PROVO IO. SAI UNA COSA MAMMINA PER LA PRIMA VOLTA MI SENTO VIVO E SE VUOI CHE IO STIA BENE RICORDAMI CON IL SORRISO E NON PIANGERE MA SOPRATTUTTO RICORDA CHE IO SONO SEMPRE INSIEME A TE E NON TI LASCERO' MAI, ...........SEMPRE TUO...........S. G.

 

 

Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie.